Minori

Nell’ambito dell’Area “Minori”la Cooperativa Sociale IN CAMMINO gestisce in forma diretta il Centro Educativo “Aquilone“.

Il centro educativo per minori è un luogo di incontro e di iniziative indirizzate a favorire la socializzazione di bambini e ragazzi dagli 8 ai 16 anni. L’obiettivo del Centro Aquilone è integrare i processi educativi avviati in famiglia ed a scuola, attraverso la proposta di attività creative e ricreative,educativo-formative, didattiche, ponendo attenzione al vissuto personale del minore e consentendogli di essere (quanto più possibile) protagonista delle proprie scelte. Il centro Aquilone permette ai ragazzi di ritrovarsi, costruire relazioni significative ed usufruire di tempi, spazi e strumenti utili a stimolare l’aggregazione fra pari. La frequenza è ad accesso convenzionato e generalmente gratuita in quanto convenzionata con i Servizi Sociali Associati del Comune di Faenza. E’ richiesto un contributo delle famiglie solo per gite ed attività straordinarie, prevalentemente estive.

Figure professionali: Nel Centro operano educatori professionali, in grado di proporre e coordinare le diverse attività, capaci di gestire le dinamiche di gruppo, attenti a cogliere i segnali comportamentali ed affettivi dei singoli bambini/e e ragazzi/e. La presenza degli educatori garantisce che il Centro rappresenti un luogo dove i ragazzi possono vivere esperienze positive, crescendo insieme.

Le attività svolte all’interno del Centro, oltre ad essere un’occasione ricreativa, costituiscono uno strumento per:

  • l’integrazione tra bambini/e – ragazzi/e di diverse provenienze;
  • l’apprendimento di tecniche manuali;
  • permettere al minore di potersi esprimere attraverso giochi motori ed attività espressive.

Le attività sono differenziate nei diversi periodi dell’anno, possono essere ” a tema” o “a termine”, ed interessano i seguenti ambiti:

  • manipolazione;
  • espressività;
  • teatro;
  • sociale;
  • sport;
  • cultura.

Obiettivo specifico del Centro è costituire un collegamento con le strutture ricreative, sportive, culturali e del tempo libero presenti nel territorio. I pomeriggi sono dedicati ad attività di supporto didattico per contribuire alla formazione anche scolastica dei ragazzi, in particolare per coloro che necessitano di mediazione culturale.